IL SORRISO CURA, FA BENE ANCHE QUANDO E’ “FINTO” ROMA – La risata, addirittura quando è forzata cioé quando ‘obblighiamo’ i muscoli del viso a mascherarlo di allegria, è terapeutica per corpo e psiche, migliora l’umore e la resistenza allo stress, rende più sexy ma fa bene anche al cuore abbassando la pressione del sangue e, dulcis in fundo, ‘addolcisce’ il latte materno rendendolo uno scudo contro le allergie del neonato.

Il suo segreto? Ridere, è spiegato in uno speciale sulla rivista americana Mind, rilassa i muscoli, mette in circolo molecole ‘positive’ come le endorfine, inoltre l’umorismo aiuta a guardare con distacco le piccole grandi noie di ogni giorno. Addirittura basta dipingersi sul volto l’espressione della risata, labbro superiore sollevato e bocca a 35 denti in bella mostra.

Anche se indotta in modo artificiale per esempio tenendo in bocca una penna, ha di per sé effetto positivo sull’umore, ha scoperto Fritz Strack dell’università tedesca di Wurzburg. Gli studi che promuovono il sorriso come ‘pillola universale’ sono molti: secondo un lavoro di Willibald Ruch, dell’Università di Zurigo, le risate suscitate da battute, commedie divertenti o barzellette alzano la soglia del dolore, infatti un gruppo di volontari riusciva a tenere più a lungo la mano nell’acqua ghiacciata senza soffrire se prima di questa prova veniva sottoposto per alcuni minuti alla ‘terapia del sorriso’ a base di battute.

E gli effetti di una sana risata sul corpo si vedono a occhio nudo: uno studio recentissimo, pubblicato sull’International Journal of Obesity, ha dimostrato che ridere 15 minuti al giorno può permettere di perdere in un anno oltre due chili. Maciej Buchowski della Vanderbilt University presso Nashville, in Tennessee che lo ha condotto sostiene che ridere aumenta il battito cardiaco e impegna molti muscoli, producendo lo stesso effetto di una sana camminata. Gli esperti hanno fatto i conti di quante calorie consumiamo ridendo esaminando il dispendio di energia di 45 persone mentre guardavano programmi televisivi di vario tipo.

E’ emerso che il fabbisogno energetico per guardare una commedia divertente è di circa il 20% in più, dovuto, dicono gli esperti, all’energia spesa ridendo. E non è tutto, il sorriso alza la soglia di resistenza allo stress diminuendo l’ormone dello stress nel sangue, il cortisolo, ed alzando le difese immunitarie. Addirittura i suoi effetti ‘fisici’ sono tangibili nel neonato durante l’allattamento. Se mamma ride, il bimbo riceve maggiori benefici dalla poppata, il latte materno infatti, dopo un ‘ciclo di risate’, contiene più melatonina che serve per dormire e difende dall’ezema cutaneo, e il neonato risulta meno esposto alle allergie.

Anche sulla mente il sorriso è terapeutico: chi non disdegna una risata vive meglio, ha più facilità nei rapporti sociali e, se è maschio, è anche più attraente. Infatti uno studio di Eric Bressler del Westfield State College ha dimostrato che le donne giudicano più attraenti i soggetti di foto sotto le quali c’é una battuta che viene attribuita al lui immortalato nello scatto. E non è tutto: molti psichiatri usano davvero la terapia del sorriso, anche in gruppo, per ‘curare’ la depressione lieve.

Molto efficace contro disturbi psichiatrici anche gravi risulta essere il senso dell’umorismo e la capacità di sdrammatizzare, hanno dimostrato psichiatri dell’università tdesca di Marburg, perché diventa una strategia di distacco dai problemi e aiuta a vederli sotto un’altra luce. Lo aveva capito anche Giacomo Leopardi, certo non famoso per la sua ‘allegria’, quando sosteneva che ‘chi ha il coraggio di ridere e’ padrone del mondò, a distanza di tre secoli la scienza gli dà ragione.

http://www.focus.it

Condivi su: Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone